Ciclopedonale Versa–Judrio

Solitario, il Colle di Medea si erge come un’isola in un mare di campi. In questo giro si raggiunge la sua sommità, che ospita l’Ara Pacis Mundi e il Parco della Pace lungo la rete di percorsi ciclopedonali realizzati negli ultimi anni e indicati come “Ciclopedonale Versa–Judrio”.

Ara Pacis Mundi sul Colle di Medea

L’Ara Pacis Mundi sul Colle di Medea

  • Lunghezza: 27,5 Km
  • Tempo: circa 2:30 h
  • Dislivello: 150 m
  • Difficoltà: Medio
  • Sterrato: 40%
  • Cartografia: Tabacco 054
  • Partenza: Cormons, Stazione

Dalla Stazione di Cormons ci si dirige verso nord-ovest lungo la poco trafficata strada per San Giovanni che si abbandona subito dopo il ponte sul Judrio per prendere una tranquilla stradina tra i vigneti fino a Villanova. Da qui si prosegue per Chiopris e quindi a Medea dove si sale sul Colle. La salita può sembrare lunga ma quello che si trova sulla sommità ripaga ampiamente lo sforzo fatto. Il Parco della Pace con l’Ara Pacis Mundi sono un luogo veramente unico dove aleggia una tranquillità che contrasta con la violenza degli eventi bellici a cui è dedicata la zona. All’interno del monumento una grande arca contiene campioni di terra proveniente dai cimiteri di guerra di tutto il mondo e la scritta, incisa sull’arca, “L’odio produce morte, l’amore genera vita” mai suona attuale come in questo periodo.

Ridiscesi da colle si segue per un po’ il Judrio per poi entrare in paese e quindi raggiungere il Versa che si risalirà lungo il margine destro. A Fratta si passa sul lato sinistro del fiume che si continua a costeggiare passando per Mariano, per il nuovo ponte della circonvallazione, e ancora più su fino alla strada per Moraro. A questo punto si passa nuovamente sul Versa e ci si dirige verso la località Boatina da dove, lungo la strada secondaria di Corona, si torna a Cormons.

La ciclopedonale è molto ben indicata e volendo si possono fare “variazioni sul tema” magari allungando fino ad Angoris o a Borgnano oppure facendo un giro per Cormons, una cittadina mitteleuropea dove non mancano luoghi di interesse, negozi, enoteche e locali.

Descrizione del giro:

  • km 0,0 Partenza Partenza dalla stazione di Cormons in direzione nord.
  • km 0,5 A sinistra Dopo il cimitero mantenersi a sinistra.
  • km 2,2 Svolta a sinistra 250 m dopo il ponte sul Judrio prendere lo sterrato a sinistra.
  • km 3,6 Dritti Villanova del Judrio. Attraversare la regionale ed entrare in paese.
  • km 3,9 Svolta a sinistra Allo Stop svoltare a sinistra su via IV Novembre.
  • km 4,1 Svolta a sinistra All’altezza del Foladôr svoltare a sinistra su Via Ermes di Colloredo, verso la chiesa.
  • km 4,3 Svolta a destra Davanti alla chiesa svoltare a destra.
  • km 4,7 Svolta a sinistra Allo Stop con il lampeggiante svoltare a sinistra su via Conchione.
  • km 5,0 Dritti Dopo le ultime case la strada diventa bianca e corre tra i campi.
  • km 6,3 Svolta a destra La strada curva a destra.
  • km 6,7 Dritti Guado sul Corno. Proseguire sullo sterrato.
  • km 7,6 Svolta a destra Alla confluenza con un altro sterrato curvare a destra.
  • km 8,0 Svolta a sinistra Svoltare a sinistra su via Leopardi.
  • km 8,3 Svolta a destra All’incrocio con due strade bianche continuare a sinistra sulla strada asfaltata.
  • km 8,5 Svolta a sinistra Allo Stop a sinistra su via Mazzini.
  • km 9,6 Svolta a sinistra Allo Stop a sinistra verso Medea.
  • km 10,0 Svolta a sinistra All’altezza del cimitero svoltare a sinistra e salire verso l’Ara Pacis seguendo le indicazioni.
  • km 12,1 Inversione a sinistra Piazzale dell’Ara Pacis Mundi. Tornare all’incrocio del cimitero lungo la stessa strada fatta per salire.
  • km 14,3 Dritti Allo Stop proseguire dritti seguendo le indicazioni della ciclopedonale.
  • km 15,1 A sinistra Si rientra a Medea su via Zorutti. Mantenersi a sinistra.
  • km 15,2 Svolta a destra All’incrocio a destra su via Trieste. Poco più avanti la strada torna sterrata e prosegue nei campi.
  • km 16,4 A sinistra Davanti alla casetta dell’acquedotto mantenersi a sinistra e proseguire lungo l’argine del Versa.
  • km 17,5 Inversione a destra Dopo un’ampia curva si arriva alla strada asfaltata. A destra e passare il ponte.
  • km 17,9 Svolta a sinistra Subito dopo il ponte sul Versa c’è Fratta. Prendere la prima a sinistra.
  • km 18,0 Svolta a sinistra A sinistra su via Molino Vecchio. La strada diventa bianca e continua a correre lungo il Versa.
  • km 19,9 A sinistra Mariano del Friuli. Mantenersi a sinistra su via Merlanis.
  • km 20,1 Dritti Ponte sul Versa. Attraversare la regionale e proseguire sulla ciclopedonale.
  • km 20,5 Dritti Nuovo ponte sul Versa e sottopassaggio della circonvallazione. Sempre dritti.
  • km 21,2 Dritti Ponte della ex ferrovia. Sempre dritti.
  • km 22,4 Dritti Ponte di Corona. Sempre dritti sulla ciclopedonale.
  • km 23,4 Svolta a sinistra Fine della strada bianca e Moraro. Svoltare a sinistra e attraversare il ponte.
  • km 24,4 Svolta a destra Allo Stop della Boatina a sinistra.
  • km 25,7 A sinistra Sottopassaggio sotto la ex ferrovia, mantenersi a sinistra sulla strada asfaltata.
  • km 26,4 Svolta a destra Allo Stop a destra.
  • km 26,5 Svolta a sinistra Svoltare a sinistra sua via Buonarroti.
  • km 26,7 Dritti Allo Stop con la regionale proseguire dritti su via Bancaria.
  • km 27,0 Svolta a destra Allo Stop a destra verso il sottopassaggio di via Friuli.
  • km 27,1 Svolta a sinistra Dopo il sottopassaggio svoltare a sinistra verso la stazione.
  • km 27,5 Arrivo Arrivo al punto di partenza.

Tracce per GPS:

Aggiornamento dati: agosto 2016
qr code

Condividi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>