Festinparco 2016 (giro)

Giro per famiglieGiro realizzato in occasione di Festinparco 2016, per far conoscere e promuovere il progetto del “Parco Fluviale del Natisone”: ricalca quello proposto nell’edizione 2014 lungo la ciclovia “CS2 del Natisone” che risale la sponda destra del fiume da Ponte San Quirino a Loch di Pulfero.

Festinparco2016_cover

  • Lunghezza: 28,4 Km
  • Tempo: circa 3:00 h
  • Dislivello: 150 m
  • Difficoltà: Medio
  • Sterrato: 15%
  • Cartografia: Tabacco 041
  • Partenza: Cividale, ponte del Diavolo

Partendo dalla scalinata della chiesa di San Martino, sul ponte del Diavolo a Cividale, si comincia a risalire il Natisone prima lungo uno spettacolare sterrato fino a Purgessimo e poi lungo la provinciale, adattata a ciclovia, con un piacevole tratto di sterrato che aggira Tarcetta passando tre le coltivazioni di mele. Da Specognis si torna indietro fino a Oculis e qui si devia per San Pietro attraversando il Natisone su una ardita passerella sospesa.
Si torna sulla sponda destra del fiume nei pressi di Vernasso e da qui un divertente tratto di sterrato costeggia la vecchia cava. Si rientra a Cividale passando per Guspergo. Pur essendo il giro quasi tutto su strada asfaltata, si percorre la statale per meno di 300 metri.

Descrizione del giro:

  • km 0,0 Dritti Partenza dalla scalinata davanti alla chiesa di San Martino sul ponte del Diavolo, sulla riva sinistra del Natisone, in direzione sud (135 m).
  • km 0,1 Svolta a sinistra In piazza san Nicolò svoltare a sinistra su via Zorutti, in direzione dell’Ospedale. Dopo aver sfiorato piazza della Resistenza, allo stop di piazzetta della Pesa proseguire dritti, sempre in direzione Ospedale (138 m).
  • km 0,5 Dritti Piazza dell’Ospedale: proseguire dritti su via del Paradiso. Dopo 200 metri la strada diventa bianca e scende verso il Parco della Lesa.
  • km 1,1 A destra Subito dopo il ponticello sulla Lesa mantenersi a destra. La strada è in leggera salita (128 m).
  • km 1,8 Svolta a sinistra Davanti a una villetta solitaria con il civico 81 svoltare a sinistra sulla strada con il fondo in terra battuta marcata anche dai segni CAI e da tracce gialle. Più avanti la strada gira a destra e costeggia l’alta sponda del Natisone.
  • km 3,2 A destra Belvedere sul Natisone e sul vecchio mulino. Proseguire curvando a destra.
  • km 3,8 Svolta a sinistra Stop. Di fronte c’è Purgessimo. Svoltare a sinistra sulla provinciale 19 verso Ponte San Quirino. La strada scende, poi oltrepassa l’Alberone, e risale con una breve rampa.
  • km 4,8 Svolta a sinistra Ponte San Quirino. Svoltare a sinistra, dare la precedenza e attraversare il ponte (152 m).
  • km 4,9 Svolta a destra Subito dopo il ponte, di fronte al bar “Al Ponte” svoltare a destra verso Vernasso. Dopo qualche metro un cartello segnala che ha inizio la “CS2 Ciclovia del Natisone”.
  • km 5,9 Svolta a destra Incrocio davanti a una cappella. Proseguire a destra verso Vernasso. Subito dopo iniziano le prime case. Dopo 300 metri, davanti alla “Taverna Fiorita”, c’è una strana rotonda: proseguire dritti (162 m).
  • km 7,2 Dritti Oculis. In paese il bar/trattoria “Alla Sorgente”.
  • km 8,5 Dritti Spagnut. Dopo 400 metri, sulla sinistra, la freschissima fontana di ottima acqua del 14° Cavalleggeri.
  • km 9,1 Dritti Biacis. In paese la fontana con le curiose caricature di Francesco Giuseppe I Imperatore d’Austria e Re di Ungheria, Ferdinando I Zar di Bulgaria, Guglielmo II Imperatore di Germania e Re di Prussia e Mehmet V Sultano dell’Impero Ottomano (180 m).
  • km 9,4 Dritti Dopo una breve discesa c’è Cras, con l’Osteria “All’Antica”. Proseguire sempre dritti.
  • km 9,9 Svolta a sinistra Incrocio, con sulla destra il ponte sul Natisone. Svoltare a sinistra e proseguire per 100 metri (175 m).
  • km 10,0 Svolta a destra Prendere lo sterrato sulla destra, sempre segnalato dal cartello “CS2”. Dopo un centinaio di metri mantenersi a destra e dopo un altro centinaio di metri, in un incrocio con una croce sopra un muretto a secco, mantenersi ancora a destra. La pista corre tra meli e viti.
  • km 11,0 Svolta a destra Lasiz. Svoltare a destra sulla strada asfaltata.
  • km 11,4 A sinistra Dopo due stretti tornanti i discesa si arriva a Cicigolis. Proseguire curvando a sinistra. In paese c’è una fontana sulla sinistra e poco prima del ponte un emporio fornitissimo, sempre sulla sinistra.
  • km 12,3 Dritti Incrocio, con, sulla sinistra, il ponte in ferro per Pulfero. Proseguire dritti. Poco più avanti, sulla destra, c’è il campeggio, l’area sportiva di Pulfero, e il bar/trattoria “Ai 4 Cuccioli”.
  • km 13,3 Inversione a sinistra Specognis. Sulla destra il ponte per Loch, poco più avanti la trattoria “Alla Trota” e subito dopo il ponte la pizzeria “Da Luciano”. Da qui parte l’escursione per la Grotta del Calzolaio. Si gira la bici e si torna indietro lungo la stessa strada fatta all’andata.
  • km 15,8 Dritti Lasiz, sulla sinistra lo sterrato fatto all’andata ma continuare dritti. Dopo 100 metri la strada principale svolta a sinistra, verso Tarcetta.
  • km 16,4 Svolta a sinistra Dopo aver passato Tarcetta, con la trattoria “Agli Amici”, di fronte al monumento ai caduti, svoltare a sinistra. Subito dietro al monumento c’è una bella fontana con acqua fresca. Iniziano 600 metri di discesa.
  • km 17,0 Svolta a destra Incrocio poco prima del ponte: svoltare a destra ripercorrendo la strada fatta all’andata passando per Cras, Biacis, Spagnut e Oculis.
  • km 19,9 Svolta a sinistra Subito dopo Oculis prendere la stretta strada verso la passerella sospesa sul Natisone e attraversarla.
  • km 20,1 Svolta a destra Subito dopo la passerella la strada sale a destra, dopo pochi metri, davanti alla panchina, andare a sinistra e poi prendere il vicolo più a destra dei tre.
  • km 20,2 Svolta a destra Svoltare a destra su via Narauni e al successivo stop proseguire dritti verso il cartello che indica l’area ricreativa.
  • km 20,6 A destra Nei pressi del parcheggio prendere via San Quirino che scende sulla destra.
  • km 20,8 Svolta a destra Dopo la chiesetta di San Quirino svoltare a destra sulla statale e procedere per 200 metri.
  • km 21,0 Svolta a destra Svoltare a destra in direzione Vernasso e oltrepassare il ponte sul Natisone.
  • km 21,1 Svolta a sinistra Poco dopo il ponte prendere lo sterrato a sinistra che dopo 150 metri curva a destra in direzione di Vernasso.
  • km 21,4 Dritti Strada asfaltata. Svoltare a destra o poi subito dopo a sinistra costeggiando il muro della vecchia casa al civico 75. Poi mantenersi sempre sulla sinistra.
  • km 21,8 Svolta a sinistra Dopo aver costeggiato un breve tratto del torrente Patok, svoltare a sinistra all’incrocio con lo specchio.
  • km 21,9 Svolta a destra All’altezza del civico 25 svoltare a destra. La stradina dopo un po’ diventa bianca e poi con il fondo in cemento. In caso di pioggia quest’ultimo tratto è spesso allagato.
  • km 22,4 Svolta a destra Fine del tratto in cemento: svoltare a destra sulla brevissima rampa e subito dopo a sinistra, sulla pista che va verso le cave, dove la strada diventa asfaltata. Poco più avanti si aggira il cancello attraverso un varco per pedoni e biciclette sulla sinistra.
  • km 23,5 Svolta a destra Poco prima del campo per l’addestramento cani prendere la strada bianca a destra.
  • km 23,8 Svolta a destra Fine della strada bianca. Svoltare a destra sulla strada di Gradois e poi mantenersi sulla sinistra.
  • km 24,4 Dritti Bivio con via San Floreano: dritti verso Gupsergo e seguire questa strada, che poi diventerà via delle Acque, in direzione di Cividale.
  • km 26,3 Svolta a destra Svoltare a destra su via Zuccola e proseguire sempre dritti anche al successivo incrocio con via IV Novembre.
  • km 27,3 Svolta a sinistra Da via Piave svoltare a destra su via San Moro e poi subito dopo a destra su viale Gemona.
  • km 27,5 Svolta a sinistra Alla rotonda proseguire dritti e seguire la strada principale verso il duomo e il ponte del Diavolo.
  • km 28,4 Arrivo Dopo aver attraversato il ponte si torna al punto di partenza.

Tracce per GPS:

Aggiornamento dati: Settembre 2016
qr code

Condividi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>