Tani, il cinghialetto in MTBLet Tani, the wild-boar on bike, drive you to discover Natisone valleys riding your mountain or race bicycle.

Here you’ll find detailed records, with GPS downloadable data, regarding 23 departing points and 109 points of interest.

Currently on line (even not all with english translation, but we’re working on in):

Follow us on Twitter


NatisoneInBici supports Parco Fluviale Transfrontaliero del Natisone project


FreePlanine Natisoneinbici supports FreePlanine defending the wilderness of Natisone valleys.

7 thoughts on “

  1. Pur non abitando piu’ nel cividalese condivido il fatto che si debba ostacolare con tutti i modi possibili (non violenti possibilmente) la costruzione assurda di un nuovo ponte a monte di Cividale. Una città patrimonio dell’UNESCO (non certo per merito degli attuali amministratori, che stanno facendo di tutto per abbruttirne la bellezza frutto della sua storia) non può essere schiavizzata dall’estetica di mega-strutture che servono solo a soddisfare l’ego di politicanti senza prospettive future ma solo pieni di se stessi nel presente. Cividale deve essere umanizzata, ma non con parchi verdi(?) come quello di P.zza Picco o cementificazioni come P.zza Ristori. Mi associo alla vostra lotta e cercherò al più presto di aggiungere la mia firma aquelle da voi già raccolte. Diego Mansutti

  2. Alla luce del secondo rinvio dell’odg che prevede l’adozione della variante al PRCG, prosegue la raccolta firme conto la stessa.
    L’ultimo comunicato del Movimento FreePlanine è disponibile all’indirizzo http://dl.dropbox.com/u/8635572/freeplanine/comunicato_agosto2012.pdf

    Il modulo di raccolta firme è disponibile all’indirizzo: http://dl.dropbox.com/u/8635572/freeplanine/firme.pdf

    Sicuramente la raccolta firme proseguirà per tutto il mese di agosto.
    Per la consegna dei moduli è possibile contattare freeplanine@gmail.com.

  3. Ciao, io non sono una che va in bici, ma capito spesso sul vostro sito per curiosare sulle proposte di itinerario e tenerle come ottimi consigli per una gita. Amo la natura e andrò senz’altro a firmare la petizione perché trovo che gli interessi di parte di chi vuole urbanizzare una zona bella e incontaminata come quella vadano stroncati a tutti i costi. Tutta la Valle del Judrio e ancora piú su fino alla zona di Tribil sono aree che dovrebbero essere tutelate per la loro selvaggia semplicità. Mantenerle come sono dovrebbe essere un vanto per i Comuni. L’economia di un territorio così isolato di certo non beneficia di un agriturismo in piu e qualche parcheggio, semmai impoverisce un area di tutta la fauna e flora presenti che sono cio che veramente il turista affascinato da questi luoghi va cercando. Nella mia zona anni fa hanno pensato di inserire una fastidiosa “zona industriale” (nemmeno artigianale,addirittura industriale) che e’ una sorta di neo purulento agli occhi di qualsiasi turista slow. Avessero definito un piano per integrarla nel contesto, figuriamoci…..bei capannoni grigi in mezzo al verde e’ tutto quello che sono riusciti a fare e, considerato che l’obiettivo di portare ricchezza non e’ stato raggiunto, resta solo l’incazzatura per un’ area che tra l’altro non e’ neppure tenuta bene, causa pochi denari! Come sia possibile che i Comuni non comprendano l’importanza di ció che hanno, non lo so!

  4. Complimenti per il sito, mi sono avvicinato alla mtb da pochi mesi e grazie a voi ho riscoperto la bellezza delle valli del Natisone, le tracce e le descrizioni dei percorsi sono precise e dettagliate più di alcune guide reperibili in libreria ed in più c’è la comodissima possibilità, che personalmente sfrutto appieno, di scaricarsi i percorsi in file gpx.
    Grazie per tutto il lavoro che avete fatto, speriamo che ai già numerosi tragitti se ne possano aggiungere degli altri.
    Cordiali saluti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>